Blockchain: sicurezza e transazioni “democratiche”

Blockchain: sicurezza e transazioni “democratiche”

Il modo di vivere Internet sta cambiando: la Blockchain apre le porte dell’informazione ai più e dona un valore più consapevole e sicuro alle transazioni online.

La Blockchain non è altro che una sorta di tecnologia strutturata in forma di database “a blocchi”, contenente una mole significativa di informazioni sensibili e rilevanti; si tratta di un “aggregatore” virtuale di transazioni reali. In pratica, ogni blocco che compone la cosiddetta chain ha il compito di approvare ogni transazione e di fungere da “memoria storica” di tutte le altre transazioni avvenute nel corso del tempo.
Le due caratteristiche principali di questo sistema di divulgazione delle informazioni sono la tracciabilità e l’immutabilità. Con la prima parola si fa riferimento al fatto che tutti i dati e le transazioni, essendo verificati e approvati dai blocchi, sono sempre riconducibili e rintracciabili. Per “immutabilità” invece, si intende il fatto che ogni transazione, essendo preventivamente stata approvata, non può essere modificata o compromessa. Infatti, l’estrema sicurezza è un’altra delle caratteristiche-pilastro della Blockchain: tramite un sistema integrato di crittografia e principi della Teoria dei giochi, tutte le informazioni sono protette al massimo. In questo modo, lo scambio di valore oggetto delle transazioni ha un rischio di manomissione davvero ridotto ai mini termini.

Ma come funziona più nel dettaglio la Blockchain? In pratica, ogni nuova transazione che si verifica all’interno della Blockchain va a costituire un nuovo blocco della catena stessa e questa catena va a comporre a sua volta il Libro Mastro delle informazioni valoriali, che è posseduto da tutti gli utenti. Affinché una nuova transazione venga effettivamente aggiunta alla catena, ci devono essere degli utenti esperti , chiamati “miners”, che risolvono degli algoritmi matematici complessi. . Dopodiché, saranno tutti ii partecipanti alla Blockchain a validare o meno, tramite il cosiddetto “consenso distribuito”, le informazioni che compongono una determinata transazione che, in questo modo, potrà essere aggiunta definitivamente alla catena.

Come funziona la Blockchain. Fonte: Center for Global Development

Un altro degli aspetti più interessanti alla base del sistema Blockchain è sicuramente la convenienza dello strumento: grazie al venir meno di terze parti che agiscono da intermediari (come ad esempio le banche o Istituti affini), le transazioni e le parti che le intraprendono non subiscono il sostenimento di costi accessori. Ciò rappresenta una rivoluzione nell’ambito dell’economia moderna, apportando efficacia senza precedenti nello scambio di dati e di valore, e nel conferire maggior accesso direttoa tutta una serie di operazioni che fino all’utilizzo della Blockchain erano controllate da terze parti. Infatti, questo meccanismo è in grado di garantire a tutti coloro che lo richiedono, la possibilità di creare, consultare e controllare gli archivi condivisi, garantendo un elevato livello di trasparenza e inalterabilità delle informazioni.

In un mondo reale fatto di transazioni ad elevati costi e rischi, presidiate da intermediari sempre più esigenti, la Blockchain si pone come un’innovativa realtà virtuale parallela al reale ma senza barriere di entrata, in cui gli utenti possono, in modo protetto, fornire e consultare informazioni, in totale sicurezza e trasparenza.

About the Author

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato